Le riflessioni di Ale

NCI VOTA SI AL PIANO NAZIONALE DI RIPRESA E RESILIENZA (PNRR) • 29 APRILE 2021

Noi con l’Italia ha votato a favore del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (#PNRR) presentato dal GovernoDraghi.
Un piano che mobilita quasi 250 miliardi di euro da qui al 2026 per favorire la transizione digitale, il rilancio dell’economia e del sistema produttivo, la rivoluzione green. In questo quadro, inoltre, saranno finanziate le grandi riforme (della PA, della giustizia, del fisco, etc) che da anni il nostro Paese sta attendendo.
Un Piano serio, concreto, di grande visione. Proprio il contrario del piano presentato a suo tempo dal Governo Conte. Quella discontinuità che avevamo chiesto con la nascita del Governo Draghi.

VACCINI E GOVERNO DRAGHI• 15 APRILE 2021

Il Governo Draghi ha portato quel cambio di passo tanto auspicato;
dalle vaccinazioni quadruplicate nel mese di marzo rispetto ai mesi precedenti, fino alle azioni messe in campo per contrastare la crisi sociale ed economica che vive il Paese. Tra queste, il nuovo scostamento di bilancio che abbiamo votato in Parlamento, che dovrà essere un vero decreto per sostenere le imprese … perchè il lavoro lo danno le imprese e non l’assistenzialismo.

PRIMA ASSEMBLEA NAZIONALE NOI CON L’ITALIA • 15 APRILE 2021

Con la prima Assemblea nazionale di Noi con l’Italia prende forma il partito organizzato su tutto il territorio nazionale.
Una presenza politica e organizzativa che parte dai territori, nei comuni e nelle regioni, fino ad arrivare alla struttura nazionale.
Inizia una nuova fase per NCI, un partito ancorato al centrodestra che intende rappresentare i valori popolari, liberaldemocratici, riformisti.

COMUNICAZIONI DEL PRESIDENTE DRAGHI IN VISTA DEL CONSIGLIO EUROPERO • 25 MARZO 2021

La comunicazione al Parlamento del presidente Draghi, in previsione del Consiglio Europeo, ha confermato la forte attenzione del Governo sull’emergenza sanitaria e l’emergenza economica.
In particolare, sul piano vaccinazione abbiamo registrato un deciso cambio di passo rispetto al governo precedente. Da metà aprile arriveremo a vaccinare 500.000 cittadini al giorno. Sull’emergenza economica anche qui molti segnali positivi. Rimane a mio avviso molto da fare invece sulla quantità e la qualità dei rimborsi che vanno ancorati al reale mancato introito degli esercizi commerciali, delle attività produttive e delle partite Iva.
Infine, l’autorevolezza di Draghi ci aiuterà a far sentire la nostra voce in Europa rispetto le difficoltà che l’Unione sta incontrando nella campagna di vaccinazione e nel rapporto con le aziende produttrici di vaccini.

GOVERNO DRAGHI • 3 MARZO 2021

Dal Governo Draghi una forte discontinuità rispetto al precedente esecutivo.
Cambio ai vertici della Protezione Civile, sostituzione del commissario alla pandemia, uno stile più sobrio, concreto ed istituzionale nella comunicazione.
Ancora molto resta da fare, partendo da una gestione diversa delle chiusure e del lockdown, sapendo distinguere, in nome sempre della salute, le diverse situazioni e le differenti criticità di territori, servizi e controlli.

E’ FINITO IL PEGGIOR GOVERNO • 4 febbraio 2021

FINALMENTE E’ FINITA!
Il peggior Governo della storia della Repubblica finalmente è andato a casa.
Incapacità, impreparazione, arroganza, disprezzo delle regole democratiche e delle istituzioni, tutto questo e molto altro ancora teneva insieme un governo che ha condotto il Paese sull’orlo del precipizio. Draghi può rappresentare la svolta. L’Italia vive uno dei momenti più drammatici della sua storia recente. C’è bisogno di mettere assieme le capacità migliori del Paese per uscire da queste emergenze.
Tre sono le emergenze, come ci ha ricordato il Presidente della Repubblica: sanitaria, sociale ed economica.
Altrettanto importante che il centro-destra resti unito e, ancora una volta, sappia portare idee, progetti e visione per il rilancio del Paese.
Un’occasione e una grande opportunità che la politica non può sprecare.
Il bene dell’Italia prima e sopra ogni cosa.

NO AD UN GOVERNO FATTO DA SIGLE E NON BASATO SU CONTENUTI E VALORI • 20 GENNAIO 2021

Diciamo no ad un governo a tutti i costi, basato solo su sigle e non invece retto con contenuti e valori. 
Abbiamo assistito ad uno spettacolo indecoroso, che umilia il Paese.
Una caccia squallida a qualche voltagabbana per mantenere la poltrona, nessuna soluzione seria e concreta sulle grandi emergenze sanitarie ed economiche del nostro Paese.
Com’è pensabile affrontare la rinascita dell’Italia lasciando il governo in mano ad una maggioranza raffazzonata, di incapaci e di improvvisati.
Gli italiani non meritano tutto questo.

DIRITTO ALLA SALUTE, SICUREZZA ECONOMICA E LA LIBERTA’ • 10 NOVEMBRE 2020

Siamo ripiombati in una situazione drammatica. Anche questa volta il Governo si dimostra del tutto impreparato e confuso.
Istituzioni che litigano tra loro, la mancanza totale di trasparenza, lealtà, concretezza. Si persevera nell’idea dell’uomo solo al comando, perpetuando errori e scelte scellerate.
Questo Governo sfugge al confronto, non ascolta il  Parlamento, non è in grado di fornire risposte vere e concrete alle famiglie, alle imprese, ai cittadini.
Sono tre i principi fondamentali che difendiamo: diritto alla salute, sicurezza economica e libertà personale.
Su questi principi incalziamo quotidianamente il Governo e la maggioranza che lo sostiene.

PDL SU CONFLITTO D’INTERESSI: SCANDALOSO! • 8 OTTOBRE 2020

In commissione Affari costituzionali della Camera è stato presentato, da parte dei 5stelle e sostenuto dal Pd, un progetto di legge sul conflitto di interessi a dir poco scandaloso.
Secondo questi signori chi ha un lavoro, una professione, delle competenze non può svolgere ruoli di governo. E, a sua volta, chi svolge ruoli di governo non può, per almeno un anno, tornare alla propria professione.
Un altro esempio: chi ha ricoperto incarichi amministrativi ( sindaci, assessori, etc) non può essere eletto in Parlamento.
Cioè, ci dicono che chi ha maturato esperienze amministrative e meglio d’altri può rappresentare i bisogni dei territori, non ha diritto a stare in Parlamento! Si è superato il concetto stesso di assurdo.
Vogliono un’istituzione fatta di analfabeti, nullafacenti e mantenuti.
Fermiamo questo declino, ritorniamo ad essere un Paese civile.

CROLLANO I TOTEM SOSTENUTI DAL MOVIMENTO 5 STELLE • 29 SETTEMBRE 2020

Ad uno ad uno stanno crollando i “totem” sostenuti dal Movimento cinque Stelle. Dal reddito di cittadinanza, al Tap, alla Tav. Dall’Ilva al salvataggio delle banche. Si sono rimangiati tutto.
Anche la qualità dei nominati sta emergendo in tutta la sua drammaticità: dal Presidente dell’Inps a quello dell’Anpal, dal commissario Arcuri agli staff milionari che hanno invaso ministeri, aziende pubbliche, enti di ogni ordine e grado.
In ultimo la pagliacciata delle auto blu: all’inizio del mandato pubblicizzavano l’uso del bus per spostarsi, ricordate? Oggi assistiamo a cortei di auto blu per ogni loro spostamento.
Diciamo basta: oggi questa maggioranza si regge su un partito che dal 32% di due anni fa non raggiunge nemmeno la doppia cifra. Un governo delegittimato dal voto degli italiani, prima alle europee, e in questi mesi in tutte le elezioni regionali e locali.
 

ESITO REFERENDUM ED ELEZIONI • 23 SETTEMBRE 2020

La vittoria del SI al Referendum non è una sorpresa. È incoraggiante, invece, sapere che oltre il 30% dei cittadini ha manifestato la propria contrarietà. Una larga fetta di cittadini ha riflettuto in autonomia, libera da posizioni populiste. Un primo, timido segnale contro l’anticasta.
Per le elezioni regionali e comunali – dove va sottolineato che il  centro destra ha conquistato una regione in più, le Marche – ci consegna un messaggio preciso: senza un Centro, un soggetto politico che sappia rappresentare un elettorato popolare, riformista e liberaldemocratico non si vince.

REFERENDUM – NCI VOTA NO • 11 SETTEMBRE 2020

Tribuna referendaria, Rai2. Le nostre ragioni per il NO. I risparmi sono irrisori, si toglie democrazia, si escludono territori e comunità dall’essere rappresentati in Parlamento. Si accentra nelle mani di pochi il potere di decidere della vita di 60 milioni di cittadini. Sono solo alcuni dei motivi per cui il 20 e 21 settembre voteremo convintamente NO.

UN SALUTO • 6 AGOSTO 2020

Si chiude questa prima parte dell’anno 2020. Un anno che non immaginavamo certo così pieno di dolore, di incertezze, di conseguenze drammatiche sul sistema economico e sociale del nostro Paese. Di privazione delle libertà primarie. Ci prendiamo pochi giorni di riposo e poi si riparte. Ci attende un autunno difficile, non vi nascondo la mia forte preoccupazione per la ripresa. In mezzo a tutto questo ci sarà un turno elettorale che vedrà interessate ben cinque regioni e numerosi comuni. Noi con l’Italia sarà presente in tutte le competizioni per riaffermare il senso e il valore di una presenza popolare, riformista e liberaldemocratica.

ELEZIONI PRESIDENTI DELLE COMMISSIONI: CAOS • 30 LUGLIO 2020

Dal vertice dei Governi Europei il nostro Paese esce con notevoli risorse per ripartire; ora , però, dobbiamo dimostrare di saper spendere con lungimiranza queste risorse. Finanziamenti che devono riformare davvero il Paese, rilanciare il sistema economico e produttivo, creare lavoro ed occupazione, attuare una reale rivoluzione sostenibile e digitale. Manteniamo tutti i nostri dubbi sulla capacità di questo governo, ma offriremo la nostra collaborazione per salvare il Paese.

RECOVERY FUND • 24 LUGLIO 2020

Dal vertice dei Governi Europei il nostro Paese esce con notevoli risorse per ripartire; ora , però, dobbiamo dimostrare di saper spendere con lungimiranza queste risorse. Finanziamenti che devono riformare davvero il Paese, rilanciare il sistema economico e produttivo, creare lavoro ed occupazione, attuare una reale rivoluzione sostenibile e digitale. Manteniamo tutti i nostri dubbi sulla capacità di questo governo, ma offriremo la nostra collaborazione per salvare il Paese.

L’ITALIA DEVE RIPARTIRE • 16 LUGLIO 2020

Siamo nella terza fase, quella del “RILANCIO” e non è ammissibile avere situazioni come quelle che si stanno verificando ad esempio in Liguria, una regione bloccata. Basta! Gli italiani si sono dimostrati seri e rispettosi delle regole. Il Paese deve ripartire, deve “correre”, affinchè torni forte e competitivo.

NOI CON L’ITALIA SI RIORGANIZZA E GUARDA AL FUTURO • 26 GIUGNO 2020

Siamo convinti che in Italia sia necessario un progetto liberale, popolare e riformista. Noi nel frattempo, forti della nostra identità e concentrati sui nostri valori, ci impegniamo per essere presenti in tutta Italia ed essere interlocutori nel centrodestra.

SENTENZA DEL PRESIDENTE BERLUSCONI • 1 LUGLIO 2020

Quanto sta emergendo sulla sentenza del Presidente Silvio Berlusconi non è certo una novità, semmai una ulteriore conferma della necessità di porre il tema della giustizia al primo posto dell’agenda politica e di governo.

Nell’esprimere al Presidente Berlusconi la più viva solidarietà non posso che concordare con la richiesta, da più parti avanzata, di istituire una Commissione d’inchiesta parlamentare su questo e altri gravi fatti, che presero avvio già con la fine della Prima Repubblica.

GRAVE E ‘LA CRISI ECONOMICA • 13 GIUGNO 2020

Dopo l’emergenza sanitaria è grave la crisi economica. E ‘necessario intervenire! Le promesse fatte dal governo non hanno creato quel sostegno dovuto alle imprese. Annunci che non sono stati concretizzati. L’unica liquidità è per il Reddito di cittadinanza e per quello di emergenza! Non c’è stata data una reale possibilità di confronto e collaborazione, nonostante la nostra disponibilità manifestata fin da subito per collaborare con l’aggiornamento: rilanciare il Paese.

Il Governo non ha più tempo! 

RIPARTE LA NEWSLETTER  • 22 MAGGIO 2020

Un prezioso strumento utile per informarvi sull’attività parlamentare, politica e su varie iniziative; per dialogare tra di noi, per ricevere spunti, suggerimenti ed essere la vostra voce in Parlamento!